Questo sito Michelin utilizza Cookies

Per offrire una navigazione ottimale, questo sito Michelin utilizza cookies funzionali. Clicca per maggiori informazioni.  il link per maggiori informazioni translate OK

Attività
recente
!

Benvenuti nella vostra cassetta degli attrezzi storia

Abbiamo salvato le informazioni importanti da ricerche precedenti per rendere la vita più facile.

???private_mode_title???

???private_mode_text???

Ultimo pneumatico visto

Ultimi rivenditori visualizzati

Ultime ricerche

Viaggiare in sicurezza

Guida sicura in inverno

Fighting the cold

1. Combatti il freddo



Aumentate la vostra temperatura corporea con un’attività muscolare. Spostatevi sulla moto, prima una gamba e poi l’altra, quindi un braccio alla volta. Fermatevi più spesso per riscaldarvi e muovetevi! Muovete in circolo polsi e braccia quando siete fermi anche ai semafori rossi.

Approfittate della principale fonte di calore del vostro veicolo: il motore. Ad ogni pausa, avvicinate le mani nude per riscaldarle (senza toccarlo, ovviamente). Vi fermate qualche minuto? Mettete i vostri guanti vicino al motore.

Per riscaldarvi, avvicinate le mani ad una fonte di calore (radiatore), senza mai toccarla direttamente! Il freddo anestetizza: niente di peggio di mani e piedi ghiacciati immersi in acqua calda; si brucerebbero. Metteteli sotto l’acqua tiepida e poi, gradualmente, aumentate la temperatura.

Al termine di un lungo viaggio in inverno, a volte siamo tentati di accelerare o di saltare l'ultima sosta per arrivare più velocemente. Grandissimo errore! Gli ultimi chilometri sono quelli in cui si è più stanchi, meno attenti e quindi è più facile fare incidenti.

Be careful on the road

2. Attento ai pericoli stradali


Aumentate la distanza di sicurezza dai veicoli che vi precedono. Non solo il manto stradale può essere scivoloso, il che aumenta anche gli spazi di frenata, ma in caso di neve o ghiaccio sulla strada, un po’di neve sporca si accumula al passaggio di auto e camion. Di colpo, si può  staccare finendo giusto davanti ai vostri pneumatici…

Altro fenomeno da considerare, la pellicola di ghiaccio che si forma sopra il telone o il cassone dei camion che si può staccare, per effetto della velocità e/o di raffiche di vento. I pezzi di ghiaccio rischiano di finirvi in faccia!

Fate attenzione anche ai mezzi spargi-sale che gettano sale, sabbia, neve sui lati e posteriormente. Non seguiteli da vicino e se ne incrociate uno, rallentate e tenete la destra il più a lungo possibile. A questo proposito, seguire un mezzo spargi-sale non vi permetterà di viaggiare tranquillamente. Il sale che si deposita sul manto stradale non farà sciogliere la neve o il ghiaccio prima di 20 minuti. Peggio, il sale mantiene un’umidità costante sul fondo stradale e crea una pellicola di sporco, mischiata a nevischio e altro può diventare una miscela estremamente scivolosa.

The speed/cold ratio

3. Rapporto Freddo/Velocità


Considerate che più viaggiate velocemente, più aumenta la ventilazione e la temperatura percepita di conseguenza diminuisce.

• Così, per una temperatura ambiente di 10 °C da fermo, senza vento, la temperatura percepita sulla pelle nuda del motociclista in sella ad una moto scarenata sarà già di -2 °C a 50 km/h e di -6 °C a 130 km/h.

• Ugualmente, una temperatura di 0 °C da fermo diventa -20 °C a 90 km/h e -21 ° a 130 km/h.

• Per una temperatura ambiente di -5°C, si arriva rapidamente a -25 a 50km/h, -28 a 90 km/h e a -29 a 130 km/h…

• Quando si arriva a -10 °C, si percepisce una temperatura di -33 °C a 50 km/h e -37 °C a 130 km/h!
Rain, fog and condensation

4. Pioggia, nebbia e foschia


In caso di freddo secco, non si pone alcun problema particolare. Semplicemente, non dimenticatevi che la temperatura ambiente è più fredda e, quindi, ci vuole più tempo per riscaldare il motore e più tempo per ottenere l’aderenza ottimale dai vostri pneumatici.
In caso di pioggia, non c’è nient’altro da fare che moderare la velocità. Ricordatevi anche che l’umidità raffredda il vostro corpo 5 volte più velocemente. Per restare al caldo, dovete indossare indumenti impermeabili! In caso contrario, fermatevi per asciugarvi.

In caso di nebbia, la strada è bagnata: valgono le stesse raccomandazioni. Tuttavia la visibilità è ridotta ulteriormente per voi e per gli altri. Moderate ancora di più la velocità!
 
Controlla anche di avere gli anabbaglianti accesi e, nel caso, attiva i lampeggianti d'emergenza oppure accendi i fari fendinebbia (se la tua moto ne è dotata). Gli abbaglianti, invece, sarebbero inutili: il fascio di luce intensa verrebbe riflesso dalle goccioline d'acqua sospese nell'aria e la tua visibilità risulterebbe ancor più ridotta, soprattutto di notte. Se possibile, indossa un giubbotto o una casacca catarifrangente ed un bracciale di sicurezza con luce a LED.

Se porti gli occhiali, non fare l'errore di alzare la visiera del tuo casco.

Si formerebbe della condensa direttamente sulle lenti dei tuoi occhiali e non vedresti più niente. Se la visiera si appanna, aprila solo parzialmente (non completamente!). Asciuga spesso l'esterno della visiera con il dito del tuo guanto dotato di inserto tergivisiera. Se hai intenzione di guidare nella nebbia, non lesinare sui prodotti anti-nebbia o utilizza una doppia visiera “pinlock”.

Ice, black ice and snow

5. Gelo, ghiaccio e neve



Con pioggia e gelo, è probabile che si formi del ghiaccio. Perciò si rischia di perdere aderenza. Fate particolarmente attenzione ai luoghi ventosi (ponti, gole…), ai tunnel, al sottobosco dove il sole non filtra mai, versanti di montagne rivolti a nord…

Se siete in rettilineo e lo strato di ghiaccio non è troppo lungo, non frenate, non distogliete lo sguardo davanti a voi, non irrigiditevi: avrete così la possibilità di riprendere aderenza con l’asfalto.

In caso di neve, bisogna essere molto bravi… Per quanto possibile, se sono previste nevicate, evitate di prendere la moto. Anzitutto, considerate che il fondo è comunque scivoloso e soprattutto la visibilità non è ottimale. La neve si attacca alla visiera del casco e in poco tempo vi troverete a non vedere più nulla.

Guidare con la neve bagnata o farinosa non è più complicato che guidare su una strada bagnata. Provate a seguire le tracce dei pneumatici lasciate dai veicoli che precedono, evitando le zone dove la neve è compattata o ghiacciata. Sulla neve, si viaggia in seconda marcia a 10 km/h, entrambi i piedi fuori come appoggio in caso di piccoli strati di ghiaccio senza frenare o accelerare. Tutta frizione! Imparate a identificare il punto di stacco della frizione e dosate dolcemente il gas.