Questo sito Michelin utilizza Cookies

Per offrire una navigazione ottimale, questo sito Michelin utilizza cookies funzionali. Clicca per maggiori informazioni.  il link per maggiori informazioni translate OK

Attività
recente
!

Benvenuti nella vostra cassetta degli attrezzi storia

Abbiamo salvato le informazioni importanti da ricerche precedenti per rendere la vita più facile.

???private_mode_title???

???private_mode_text???

Ultimo pneumatico visto

Ultimi rivenditori visualizzati

Ultime ricerche

Viaggiare in sicurezza

Quando cambiare i pneumatici?

La tua sicurezza prima di tutto: verifica i pneumatici



Pneumatici in cattivo stato pregiudicare il rendimento delle prestazioni della moto e mettere in pericolo la tua sicurezza o quella dei tuoi cari.
Si consiglia di verificare periodicamente:
• lo stato dei pneumatici
• la profondità residua della scultura
• la presenza di danneggiamenti dovuti a urti o segni anomali di usura
Verifica almeno una volta al mese la pressione.

In caso di dubbi, chiedi il parere di un esperto!

Sei ragioni per cambiare i pneumatici

1. Lo pneumatico è forato

 

The tyre has a puncture

Anche se molto resistenti e capaci di sopportare numerose sollecitazioni e urti, i pneumatici a volte possono forarsi. In caso di perforazione, il pneumatico deve essere esaminato da un Rivenditore specialista, che è in grado di valutare se la calandratura interna abbia subito danni tali da rendere il pneumatico irreparabile.

2. È stato raggiunto il limite d'usura legale

 

The legal tread wear limit has been reached

Un Omino Michelin marcato sul fianco del pneumatico  serve per individuare la posizione degli indicatori di usura  del battistrada posti in corrispondenza delle scanalature principali. Gli indicatori di usura Michelin sono piccole barrette in rilievo situate sul fondo delle canali principali che indicano il limite tecnico.
Se è stato raggiunto il limite di usura legale o
tecnico in un punto del battistrada, il pneumatico
deve essere smontato e sostituito.
Il limite legale è stabilito dalla normativa di ogni paese. Il limite tecnico è quello corrispondente al raggiungimento delle spie di usura (0,8 mm sui pneumatici MICHELIN).
Il limite legale, se esiste, prevale su quello tecnico perché spesso è più restrittivo (ITALIA = 1.0 mm per moto e scooter; 0,5 mm per i ciclomotori). Michelin raccomanda fortemente di cambiare i pneumatici anche prima di raggiungere questo limite. Se si attende oltre, i pneumatici non offrono più la sicurezza, l'aderenza e le prestazioni ottimali, in particolare su fondo bagnato.


3. I pneumatici presentano segni di invecchiamento

Difficile prevedere la durata di un pneumatico anche perchè non dipende dalla data di produzione. I  pneumatici possono mostrare segni di invecchiamento anche se non vengono mai usati o se vengono utilizzati solo occasionalmente.

Numerosi fattori influiscono sulla durata di un pneumatico: condizioni climatiche, lo stato di manutenzione, le condizioni di stoccaggio ed utilizzo, il carico, la velocità, la pressione, lo stile di guida...

Michelin raccomanda a tutti i motociclisti di dedicare regolarmente qualche minuto ai pneumatici per individuare eventuali segni esterni di invecchiamento o di usura: deformazioni o screpolature sul battistrada, sulla spalla e sui fianchi....
Fai effettuare regolarmente una verifica da uno specialista che potrà stabilire se sono ancora  idonei all'uso.
 
 
 
 
 
Per precauzione, anche se il loro stato generale sembra visivamente corretto e non è stato ancora raggiunto il limite legale di usura, Michelin consiglia la sostituzione dei pneumatici al termine dei 10 anni. Questo termine di 10 anni è calcolato a partire dalla data figurante nella marcatura DOT.

4. Lo pneumatico è danneggiato

 

The tyre is damaged


Un marciapiede, una buca o un oggetto contundente possono danneggiare  seriamente un pneumatico. Qualsiasi perforazione, lacerazione o deformazione visibile deve essere esaminata attentamente da uno specialista, che potrà stabilire se i pneumatici possono essere riparati oppure se devono essere sostituiti.
In generale, non viaggiare mai con un pneumatico danneggiato.


In quali casi non è possibile riparare un pneumatico?

1. Cerchietto apparente o deformato;
2. Surriscaldamento e separazione delle tele interne;
3. Deterioramento ad opera di corpi grassi o corrosivi;
4. Venature della gomma interna (calandratura);

5. Lo pneumatico presenta un'usura anomala

 

Un'usura irregolare e, quindi, anomala del battistrada (a zone, al centro, ai lati) indica spesso un problema meccanico (ammortizzatori usurati, trasmissione, fissaggio) o un problema di equilibratura. Può essere anche la conseguenza di una pressione di gonfiaggio scorretta.

Per prevenire un’usura irregolare, fai verificare regolarmente l’equilibratura. Questa operazione permetterà di prolungare la durata dei pneumatici e di ottenere una guida più fluida e confortevole.

Potreste notare un'usura precoce dei pneumatici rispetto al chilometraggio percorso o a quelli di un'altra moto utilizzata esattamente nello stesso modo.
In questi casi, contattate il vostro gommista di fiducia.

6. I pneumatici non sono adatti al tuo veicolo


Scegli il pneumatico nel rispetto delle norme di legge e delle specifiche tecniche indicate dal costruttore del  veicolo (conformità alla carta di circolazione). Per avere prestazioni ottimali, utilizza pneumatici anteriori e posteriori con sculture identiche. L’utilizzo di pneumatici diversi per disegno del battistrada, marca e livello di usura può compromettere la tenuta e la stabilità del veicolo.
Salvo eccezioni specificate dal costruttore, non montare mai sullo stesso veicolo un pneumatico radiale ed uno non radiale.

Quando arriva il momento di cambiare i pneumatici, consulta il nostro "Selezionatore du Pneumatici" (tyre selector) o uno dei nostri specialisti per aiutarvi a fare la scelta giusta.